Molino Artigianale Dibenedetto

Via Aquileia, 1 - Altamura (Bari)
Categoria: Visite guidate, Museo

La storia

Autore: Staff Kroplus

Le origini del molino artigianale Dibenedetto risalgono ai primi anni '50. Il piccolo opificio, che a quel tempo non possedeva ancora il nome attuale, fu messo in piedi dai fratelli Simone, falegnami di mestiere. L'undici ottobre 1958 il molino fu acquistato da Michele Ferrulli, un agricoltore che possedeva diversi terreni sulla Murgia. L'edificio, la cui struttura era costituita principalmente in legno, comprendeva una stalletta per i cavalli poiché all'epoca il grano e la farina erano trasportati a bordo di un carretto. Benché due motori alimentassero i numerosi macchinari, la maggior parte delle operazioni era svolta manualmente, infatti coloro che lavoravano presso il piccolo molino erano ben otto. Il molino operava solo per conto terzi, macinando il grano delle famiglie e traendo i ricavi dalla lavorazione. A differenza di oggi la farina non era rivenduta ai fornai perché erano le stesse famiglie a preparare il pane, portato poi al forno per essere cotto. Qualche tempo dopo il nipotino di Michele, Mario Dibenedetto, cominciò a frequentare il molino per dare una mano a suo nonno. Mario Ha continuato a lavorare lì fino a quando, nel 1992, Michele si è spento. Da allora l'impresa ha acquistato il nome attuale e la gestione è passata nelle sue mani. Nel 2002 il molino artigianale Dibenedetto è stato ristrutturato, ma in realtà sia la disposizione che i macchinari sono rimasti pressoché immutati. Il molino Dibenedetto si trova ancora nel centro di Altamura, salvaguardando la sua storia ed i metodi tradizionali.

La presenta narrazione è tratta dalla presentazione aziendale.

Le immagini sono state acquisite dal sito web aziendale su autorizzazione dei proprietari e per gentile concessione del fotografo Silvio Lorusso che Kroplus ringrazia.

I video sono tratti da Youtube.

Commenti Utenti

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Per scrivere un commento Accedi oppure Registrati